Statico o dinamico?

Alla domanda “E’ meglio fare un sito statico, o uno dinamico?” la risposta è una sola, e semplice: dipende a cosa serve il sito che si vuole realizzare.Quindi analizziamo brevemente la situazione: dovete semplicemente rappresentare la vostra azienda, oppure avete la necessità di interagire con i potenziali clienti e/o vendere i vostri prodotti?

Spesso un sito statico porta più valore di un sito dinamico semplicemente perché è più malleabile e gestibile soprattutto in termini di ottimizzazione rispetto ad un sito dinamico, ma non è detto che il suo essere statico implichi per forza il fatto che ci voglia meno tempo per prepararlo e costi quindi di meno.

Online si trovano decine e decine di Web Agency che propongono siti dinamici basati su CMS che si preparano in lassi di tempo molto brevi (qualcuno asserisce addirittura 5 minuti. . .) ma che cosa ne salta fuori? Un sito che manda in libidine perché lo si può gestire spostando i riquadri dei contenuti, si possono cambiare le immagini, i testi, ma torno sempre a bomba: l’ottimizzazione dove diavolo è finita?

Non è nemmeno detto che sia più bello da vedere rispetto ad un banale (siamo sicuri che sia davvero banale?) sito statico: basta progettarlo bene fin dall’inizio, e vedrete che anche il caro “piccolo e nero Calimero” statico fiorirà più di quanto possiate immaginare.

E’ evidente che se dovete vendere qualche cosa. . . bisogna pensare ad un e-commerce. . .

A voi la scelta quindi! Ma evitiamo la via di mezzo. . . sono soldi sprecati, e non vogliamo che il nostro cliente si lamenti perché il suo bel sito dinamico non se lo calcola nessuno.